Pensieri in libertà

27 marzo 2014: Giornata Mondiale del Teatro

Il nostro personale omaggio al Teatro e alla sua Magia
Alcuni nostri "Pensieri in libertà":

Teatro

«TEATRO TEATRO TEATRO È una goccia imbevuta di freschezza che dolce riempie un fiore in secca, è un raggio di sole puro e mattutino che smuove petali socchiusi, è l'aria improvvisa nella danza d'una foglia rubata alla natura, è il suono di un fiocco a fine caduta, è l'unione in cielo di sette colori. Come non dire che il TEATRO è vitale, è l'unione del contrasto fra pubblico e attore, è il respiro a fondo di fine scena, è la luce negli occhi di sguardi improvvisi, strette di mano timide e infinite, il TEATRO è quella goccia sul viso che per emozione o per fatica scende lasciandoti un solco incancellabile...»
Manuele C.

Che cos'è il teatro?
«Il TEATRO è respirare lo spirito dell'Arte, della Storia e della Cultura.
Il TEATRO è indossare una maschera, diventare qualcun altro.
Il TEATRO è fingere, ma anche essere.
Il TEATRO è raccontare, narrare una qualsiasi storia.
Il TEATRO è donare emozioni.
Il TEATRO è un omaggio al Teatro stesso e alle persone che lo hanno reso grande.
Il TEATRO è apprendere nuove conoscenze e fare nuove esperienze.
Il TEATRO è riscoprire il sentimento dell'amicizia.
Il TEATRO è esprimere la propria creatività.
Il TEATRO è vivere e convivere civilmente nel mondo.
Il TEATRO è regalare un sorriso, soprattutto a chi il sorriso l'ha perduto.
Il TEATRO è l'orgoglio e la soddisfazione per un applauso.
Il TEATRO è il dare e l'avere.
Il TEATRO è magia.
Il TEATRO vive.
Il TEATRO siamo noi!»
Alessandro Z.M.


«Il teatro rappresenta un'occasione unica per ritornare ad essere bambini... Chi non ha mai giocato a fare la maestrina, la cuoca o l'astronauta? Ed ecco che il palcoscenico ci permette nuovamente di trasformarci in ciò che vorremmo essere, in ciò che odiamo o amiamo dell'altro. Ed il nostro pubblico, anch'esso, diventa una schiera di fanciulli che vuole ascoltare una nuova fiaba, che rimane affascinata dalle voci, dai gesti, che ride alle battute dei personaggi e si emoziona assieme a loro, che rimane a bocca aperta per la magia che la circonda. E sono brividi... quelli che ci percorrono la schiena prima di entrare in scena, per la paura, e che non ci abbandonano fino alla fine dello spettacolo per l'emozione. Perché nonostante il fatto che teatro sia anche sinonimo di finzione, le anime ed i cuori che battono sul palcoscenico sono una splendida realtà...»
Annalisa D.Z.


«Il teatro è un luogo magico dove chi vi assiste ha la possibilità, per un paio d'ore, di vivere una storia. E dico vivere perché chi entra a teatro non può restare impassibile di fronte a ciò che vede ma viene coinvolto pienamente all'interno della storia e gli pare che sia tutto vero. Qui ride e piange con gli attori, che a loro volta si immedesimano nei personaggi, fanno proprie le loro caratteristiche, i loro sentimenti, le loro emozioni... e, perché no, anche i loro difetti!»
Lorenzo T.


«Teatro è libertà. È sentirsi vivi come non mai ed invincibili nel momento in cui si su un palco. L'ansia si trasforma in sicurezza. I difetti di ognuno scompaiono. Sul palco sale una persona completamente nuova, infrangibile, che con un solo applauso si rigenera. Teatro è sentirsi incredibilmente vincenti nel momento in cui si ha una luce puntata addosso e il buio intorno. È passione allo stato puro.»
Laura D.M.

Maschere
«Teatro:
Modo per sfuggire alla monotonia di tutti i giorni.
Pretesto che ti fa incontrare persone simili a te,
mondo parallelo per dare spazio alla creatività
e per denunciare situazioni scomode in modo scherzoso.
Cibo per chi non vuole solo fare ma essere...
Essere qualcosa, qualcuno,
essere emozione...
essere sensazioni...
essere colore...
Per ridare al mondo il colore che forse sta perdendo.»
Elisa P.V.


«Il teatro è passione, movimento, ma anche pausa, riflessione. Un modo per uscire da noi stessi, dalla società, creando ed interpretando una realtà diversa, che trova nella realtà quotidiana le radici. Crea nuovi punti di vista, per descrivere, criticare o deridere la vita reale, con il giusto distacco, e con una nota di divertimento, allegria e libertà. Per un vivere più consapevole. Anche per questo il teatro è arte.»
Claudio S.P.


«Raccontare gioie, dolori, pensieri, storie di lotte, tradimenti, e di amori, di vita e di morte, passioni e desideri, per farti sorridere, evadere, commuovere, riflettere, piangere o sognare. Attori e spettatori uniti in una communione spirituale e corporale... VIVE LE THEATRE!»
Lucas F.C.


«Teatro è vivere per un momento una seconda vita, un attimo in cui puoi liberarti di te stesso ed entrare nel tuo personaggio, essere il tuo personaggio qualunque esso sia. È uno sfogo, una passione, una dimostrazione, un lavoro di gruppo, ma anche un lavoro da "solista" una splendida esperienza dove tirar fuori il meglio di se stessi e trarre insegnamento dal meglio che danno i tuoi compagni.»
Chiara D.M.P.


«TEATRO È EMOZIONE! Dare il meglio di sé per far ridere, sorridere e riflettere il pubblico, per distrarre le menti e gli animi di chi ci ascolta. Teatro è apparire diversi agli occhi degli altri, diventare ciò che non si è interpretando una parte, e soddisfazione nel vedere di riuscire a portare il messaggio che si vuole... È immaginazione, è un sogno, è uno spazio in cui rifugiarsi per sfuggire alla realtà. È divertimento, pensiero, unione, è una forma di comunicazione di sentimenti... TEATRO È UN MONDO PARALLELO UNITO DA UNA SOTTILISSIMA LINEA ALLA REALTÀ!»
Sara P.

Sipario che si schiude
«TEATRO è anche vincere una sfida personale, controllare la timidezza, vivere l'emozione ed infine liberare con pochi semplici gesti tutta la tensione accumulata. LIBERTÀ è anche inchinarsi davanti al tuo pubblico con umiltà e con la serenità di chi comunque sia: ce l'ha fatta...»
Elena F.


«Teatro: perfetta forma d'arte ed è un peccato per chi non ne fa parte, non importa che tu sia spettatore o attore, il teatro è sempre emozione, tragedia o commedia basta che ci sia una sedia per ogni spettatore in cerca di passione, e poi c'è la tua compagnia che diventa una famiglia da cui non vuoi più andar via!»
Arianna P.


«Gli occhi si chiudono. Il fiato è trattenuto. Il sipario si apre. Tutte le emozioni si agitano dentro di te. Paura e coraggio combattono per qualche secondo, fino a quando la temerarietà non ha la meglio, ed è allora che si parte. La fatica ed il divertimento danno i loro frutti. I sacrifici non sono stati fatti invano. La soddisfazione riempie il cuore, gli applausi lo scaldano. L'anima viene così sempre rinnovata di quest'energia nuova e positiva chiamata TEATRO.»
Anna V.


«TEATRO è recitare interpretando diversi personaggi, rendendoli propri; il TEATRO è provare e riprovare scene fino allo svenimento per poi raggiungere un unico obiettivo: la gioia che accomuna tutti, attori e spettatori; inoltre recitare è la cosa più bella del mondo, perché si ha la possibilità di passare delle ore con persone fantastiche, divertenti e incredibilmente pazze. Il TEATRO insomma è il mio mondo!»
Giuly D.C.


«TEATRO è rimettersi in gioco sempre, in ogni nuovo ruolo ed in ogni spettacolo.
TEATRO è controllare le proprie emozioni per creare e donare emozioni agli altri,
ma TEATRO è anche poter ridere, piangere, urlare, correre e saltare senza passare per pazzo!»
Vilma M.B.


«Il TEATRO è puro divertimento,"pazzia" che ti prende e ti coinvolge, che ti permette di evadere dalla solita "routine" delle relazioni tra le persone. Questo perché il teatro "obbliga" a metterti in gioco,a lasciarti andare contro paure e timidezze fino a farsi trasportare, senza inibizioni e freni, sulla scena!
Il TEATRO è cultura, interesse. É organizzazione, impegno. É cercare sempre di migliorare superando i propri limiti.
Il TEATRO è condivisione, stare insieme ad un gruppo di "attori" tuoi compagni che condividono la tua stessa esperienza, con cui ci si confronta, si cresce e si cerca di far uscire il meglio di sé stessi.
Il TEATRO è lo spettacolo, in poche parole il "darsi in pasto al proprio pubblico", mettendo in scena tutto quello che si è vissuto insieme, cercando la migliore interpretazione, per dare e condividere al meglio emozioni con la gente.
Posso sinceramente affermare che per me il TEATRO è una scoperta continua!»
Filippo D.M.P.

Giornata Mondiale del Teatro 2014