Breve descrizione: Acqua, da sempre madre e portatrice di vita. È sull'acqua che nasce e cresce la storica simbiosi tra il Cadore e la Serenissima Repubblica di Venezia. È il luglio del 1420, quattro nunzi cadorini scendono il corso della Piave (il nostro fiume, fino all'inizio del XX Secolo, aveva sempre avuto la connotazione femminile) per recarsi a Venezia a trattare il Privilegio con il Doge Mocenigo. «Eamus ad bonos Venetos!» grida con giubilo - secondo la ricostruzione a cavallo tra storia e leggenda - il popolo cadorino nella piazza di Pieve, di fronte al palazzo ove è riunito il Consiglio. E da lì, tutto cominciò... Saranno sei secoli caratterizzati da periodi di armonia e prosperità, ma anche da circostanze dolorose e difficili, pieni di storie di donne e uomini che, ciascuna a modo suo, si collegano al legame tra Cadore e Venezia.
Ma sull'acqua non si sono svolte solo vicende umane. Roccia, Legno e Acqua raccontano le loro storie: quella del legname, che grazie al lavoro di boscaioli, menadàs e zattieri, partiva dai monti e giungeva in laguna mediante la fluitazione, per costruire le flotte e le fondamenta dei palazzi veneziani; quella delle rocce e dei metalli estratti dalle viscere dei monti del Cadore ed inviati verso il mare sulle zattere; quella della Piave, vero e proprio cordone ombelicale che unisce e dà sostentamento ai due territori, e che non sempre l'uomo ha rispettato.
Questo spettacolo vuole essere una rivisitazione artistica delle vicende e degli elementi che hanno storicamente unito cadorini e veneziani. Teatro, musica e poesia si fondono con la storia per dar vita ad un piacevole racconto. Un racconto di un legame lungo 600 anni, che tuttora scorre “sul filo dell'Acqua”.

Guarda le foto di scena dello spettacolo!

La pièce rientra tra le attività promosse dalla Magnifica Comunità di Cadore nell'ambito del progetto “Interreg IT-AU 2014-2020 - Conoscere la storia e i beni culturali”, ed è stato finanziato dalla stessa Magnifica Comunità e dalla Fondazione Comelico Dolomiti Centro Studi Transfrontaliero.

Note di regia: dopo parecchie richieste, nel 2020 abbiamo finalmente accettato la proposta della Magnifica Comunità di Cadore di costruire uno spettacolo che avesse come tema il “600° anniversario della Dedizione del Cadore a Venezia”. Ovviamente, essendo una compagnia teatrale, non volevamo realizzare un “saggio storico” o una conferenza, e quindi abbiamo cercato di reinterpretare la storia dal punto di vista artistico, raccontandola e “colorandola” attraverso il teatro, la musica e la poesia. È stato un percorso travagliato: la pandemia ha rallentato oltre modo i lavori per un periodo molto lungo: è stato impossibile vederci di persona per quasi un anno! Ma non ci siamo scoraggiati: la tecnologia ci è venuta incontro e abbiamo lavorato a distanza sulla drammaturgia. E poi, appena è stato possibile, abbiamo ricominciato a vederci in presenza lavorando sull'allestimento delle scene. Trattandosi di un argomento storico, abbiamo affrontato un lavoro di ricerca, grazie anche all'appoggio fondamentale degli esperti che ci hanno coadiuvato. Non è stata una produzione semplice, e più volte ci siamo ritrovati costretti a ripartire da zero. Ma alla fine, dopo quasi tre anni di impegno, ecco che siamo lieti di offrirvi questo nostro nuovo spettacolo, che sarà un po' differente dagli altri nostri lavori, ma di cui andiamo estremamente fieri. Speriamo vivamente che possa incontrare il vostro gusto. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno aiutato nella realizzazione: è un elenco troppo lungo da riportare qui, ma a margine della pièce ci sarà tempo per un ringraziamento “fatto bene”.

Repliche:

  • debutto sabato 13 maggio 2023, Pieve di Cadore, auditorium Cos.Mo.;
  • domenica 9 luglio 2023, Pieve di Cadore, Forte di Monte Ricco;
  • sabato 12 agosto 2023, Lorenzago di Cadore, teatro oratorio Giovanni Paolo II (rassegna Lorenzago Aperta);
  • domenica 29 ottobre 2023, S. Stefano di Cadore, Cinema Piave (rassegna Autunno a Teatro in Comelico, data "anteprima");
  • venerdì 26 gennaio 2024, S. Stefano di Cadore, Cinema Piave, matinée per le scuole superiori ITE e Mobile di S. Stefano;
  • sabato 27 gennaio 2024, S. Stefano di Cadore, Cinema Piave, matinée per le scuole medie di Candide, S. Pietro e S. Stefano di Cadore;
  • lunedì 26 febbraio 2024, Pieve di Cadore, auditorium Cos.Mo., matinée per le scuole superiori ITT e Ottica di Pieve di Cadore;

Spettacolo in riproposizione, nuove repliche in programma in date da definirsi.

Dettagli:

Periodo: debutto 13 maggio 2023 (in riproposizione)
Genere: miscellanea
Lingua: italiano
Durata: 75' circa
Da un'idea di: Gruppo Teatrale I Comelianti e Magnifica Comunità di Cadore
Regia: Gruppo Teatrale I Comelianti

 

 

Con: Elena Fontana
Giorgia Sonego
Vilma Martini Barzolai
Alessandro Zandonella Maiucco
Musiche e suoni: Angelo Miglietta
Voci e scene: Stefania Casanova Borca
Massimiliano De Villa
Tecnico luci e diapositive: Alessandro Nuzzo
Testo, allestimenti e regia : Gruppo teatrale I Comelianti

       

"I Comelianti"
Associazione di Promozione Sociale
Via Venezia, 15
32045 Santo Stefano di Cadore (BL)
C.F. e P. IVA: 01153850258

Logo